Video inedito “The Choice” – la sorgente del Gorgazzo

A cura di Luigi Casati

sabato, ore 14.00 - presso sala Cousteau

Conferenza Casati

Con il termine esplorare, si intende il raggiungere posti mai visti prima dall’uomo. Le grotte, nel nostro caso le grotte allagate, sono ambienti nascosti, irraggiungibili dalla tecnologia e quindi misteriosi. Queste condizioni alimentano la curiosità più forte in alcuni di noi; queste condizioni ci spingono a varcare le porte dell’ignoto che, se non illuminato, ha come colore il nero, il vero buio assoluto.
Le grotte ci riservono incredibili sorprese che dobbiamo essere in grado di affrontare; durante le esplorazioni spesso si è costretti a improvvisare soluzioni tecniche, modificare le attrezzature, elaborare i profili decompressivi.
A volte è la condizione fisica che permette performance incredibili oppure al contrario, quando ha dei problemi, impone i limiti del gioco.
E’ la nostra testa che ci riserva sorprese positive quando raggiungiamo o superiamo gli obbiettivi prefissati e sorprese negative quando tutto va storto.
La pressione psicologica che viene involontariamente esercitata sia dall’ambiente circostante, per esempio i social che fanno da cassa di risonanza, sia dagli amici che collaborano durante i preparativi e non ultimo, dagli sponsor che gradirebbero un risultato esaltante, è un elemento che può fare dimenticare la cognizione oggettiva della realtà e spingere a scelte irresponsabili.